Siae: 2020, l’annus horribilis dello spettacolo